I nostri Social

Juventus

“Non vorrei essere Cristiano Giuntoli”

Pubblicato

il

Zazzaroni molto perplesso sul compito che aspetta Giuntoli.

Nel suo fondo odierno, il Direttore del Corriere dello Sport-Stadio analizza ciò che dovrà fare Cristiano Giuntoli e non nasconde perplessità.

Ecco cosa ha scritto.

“Poche risorse per creare una Juve competitiva”

“In questo periodo non vorrei essere Cristiano Giuntoli. L’ultimo aumento di capitale ha consegnato al Football Director una quarantina di milioni, denaro insufficiente per attrezzare una Juve che tra pochi mesi dovrà affrontare campionato, SuperChampions, Coppa Italia e Mondiale club; una Juve che, per risultare competitiva, avrebbe bisogno di almeno quattro nuovi titolari top e 6 ottime riserve“.

“Rinnovi complicati”

Giuntoli è oltretutto alle prese con una serie di delicatissimi rinnovi che interessano i più forti della rosa attuale: Vlahovic, Chiesa, Szczesny e Rabiot. Ora, l’agente di Dusan ha già rifutato l’ipotesi della spalmatura e dell’allungamento del contratto; Fede a luglio entra nell’ultima stagione, per giunta chiede un sostanzioso adeguamento, piace alla Roma e non escludo che possa pensare di andare a scadenza; il portiere è pronto a imitarlo, mentre il francese ha tante idee nella testa e le condivide con la madre”.

“Per raccogliere i fondi necessari per il mercato non bastano le cessioni. E Allegri….”

“Per raccogliere un po’ di milioni Giuntoli pensa alla cessione di Bremer, clausola di 55 più il 10% al Toro attiva da fine giugno. Ed è pronto a liberarsi di Szczesny, Huijsen, Soulé, Iling-Junior: ma quanto pensate che possano fruttare i quattro? Inoltre lo attende il passaggio più imbarazzante: l’incontro (dell’addio?) con Allegri. Toccherà a lui comunicare la decisione della società – superata la finale di Coppa Italia, immagino – e non sarà un bel momento, specie dopo le tante rassicurazioni che ha fornito in tv”.

Juventus

“Non vorrei essere Giuntoli fra mercato difficile, rinnovi spinosi e situazione Allegri”.

LEGGI ANCHE:  "Sono juventino e lo sarò per sempre"
Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *