I nostri Social

Juventus Women

Cantore strepitosa e le Women calano il tris!

Pubblicato

il

Fantastica prestazione delle ragazze bianconere che stendono la Roma 3-1.

Una vittoria che ci voleva e che mostra la crescita di un gruppo che, come detto spesso da Beruatto e Zappella, non aveva espresso le sue potenzialità.

Ma veniamo alla cronaca.

Primo tempo

Partono forte le bianconere è propositivo e al 6′ passano con Cantore che, pescata da una splendida imbucata mancina di Bonansea, a tu per tu con Ceasar non sbaglia, 1-0.

Al 21′ quando è ancora Cantore a rendersi protagonista di una grande conclusione  ma la sfera termina la sua corsa fuori dalla specchio della porta per questione di centimetri.

La Roma ci prova con Giacinti ma Juventus torna a rendersi pericolosa e ancora una volta con un’ispiratissima Grosso che colpisce la traversa con una splendida conclusione mancina da fuori area e con questa ultima emozione si chiude la prima frazione con le bianconere in vantaggio.

Secondo tempo

Nella ripresa a partire forte è la Roma che, infatti, al 48′ trova il gol del pareggio con Viens. L’attaccante giallorossa riceve il pallone dalla destra da Haavi e, dopo essersi liberata della pressione della difesa bianconera, supera Aprile, 1-1.

La reazione della Juventus vede protagonista ancora Cantore che si vede negare la gioia del gol da un ottimo intervento di Ceasar, brava sulla ribattuta a chiudere la porta anche a Bonansea.

Alla doppia occasione bianconera la Roma risponde con il palo di Viens poco dopo, ma per il momento regge la parità.

Parità che viene, poi, nuovamente annullata al 63′ da una giocata sensazionale di una scatenata Cantore. Sofia riceve il pallone all’altezza del cerchio di centrocampo e con  una finta di corpo manda fuori tempo Linari involandosi verso la porta e nell’uno contro uno con l’estremo difensore delle giallorosse la supera con un pallonetto morbidissimo che Ceasar può soltanto sfiorare senza evitare, però, il gol, 2-1.

LEGGI ANCHE:  Julia Grosso lascia Torino dopo tre anni.

Forti del vantaggio e di forze fresche dalla panchina, le bianconere continuano a spingere e nel giro di due minuti vanno vicine al 3-1 prima con la neo entrata Beerensteyn e poi con Caruso.

Per vedere, invece, una nuova opportunità per le ospiti bisogna aspettare il 74′ quando la solita Viens prova a centrare la sua personale doppietta, ma deve fare i conti con la puntuale chiusura di Calligaris sul suo tentativo a botta sicura.

Otto minuti più tardi, poi, la squadra di Spugna va a un passo dal pari con Giugliano che inizia l’azione nella sua metà campo e va a chiuderla con un tocco a pochi passi da Aprile, ma senza centrare lo specchio.

Ci avviciniamo al novantesimo, ma le emozioni continuano a essere tante e al minuto 85 la scena se la prendono tutta Beerensteyn e Ceasar: Lineth riceve un cross con il contagiri dalla sinistra e, al volo, calcia a botta sicura con il mancino, ma deve fare i conti con una parata pazzesca del portiere delle giallorosse che a mano aperta le nega la gioia del gol.

C’è tempo e spazio, poi, per sorridere ancora perchè negli ultimi secondi dei sei minuti di recupero Echegini trova il suo quarto gol da subentrata e chiude la contesa.

LEGGI ANCHE:  Scopriamo Jennifer Echegini

La migliore

Senza dubbio Cantore. Già a Firenze era stata la migliore in campo, oggi si è superata: una doppietta e sempre un rebus irrisolvibile per la difesa giallorossa.

Sofia Cantore, dopo l’ottima prova di Firenze, si ripete alla grande con la Roma.

Il tabellino

Juventus Women-Roma Women 3-1

Stadio “La Marmora-Pozzo” – Biella

Marcatrici: 6’ pt Cantore (J), 3’ st Viens (R), 16’ st Cantore (J), 51’ st Echegini (J)

Juventus: Aprile, Calligaris, Lenzini, Cascarino, Boattin, Bonansea (C) (32’ st Thomas), Gunnarsdottir, Caruso, Grosso (17’ st Beerensteyn), Girelli (17’ st Echegini), Cantore (32’ st Bragonzi).

A disposizione: Gama, Cafferata, Palis, Peyraud-Magnin, Pelgander.

Allenatori: Paolo Beruatto/Giuseppe Zappella

Roma: Minami, Di Guglielmo (27’ st Bartoli), Viens, Kumagai (12’ st Giugliano) Giacinti (27’ st Tomaselli), Ceasar, Glionna (40’ pt Haavi), Greggi (12’ st Troelsgaard) Sonsetvold, Feiersinger, Linari (C).

A disposizione: Korpela, Veldezate, Ciccotti, Pellegrino Cimo.

Allenatore: Alessandro Spugna.

Arbitro: Cristiano Ursini

Assistenti: Cosimo Schirinzi, Luca Bernasso

IV Assistente: Pietro Marinoni

Ammonite: 37’st Viens (R), 48’st Bragonzi (J)

Il post partita

Soddisfattissimo ovviamente Mister Beruatto:

“Le ragazze si sono allenate molto bene in settimana e oggi abbiamo raccolto i frutti di questo lavoro. Siamo contenti di avere chiuso davanti ai nostri tifosi con una vittoria, contro la Roma. Anche il cambio modulo sta pagando e sono molto contento per la doppietta di Sofia (Cantore, ndr) che sta trovando la rete con continuità. Questo finale di stagione deve essere positivo, in vista della prossima annata. Ora ci manca un’ultima partita e ci alleneremo al massimo per non rovinare queste due belle vittorie che abbiamo ottenuto”.

Non poteva mancare la migliore in campo, Sofia Cantore:

LEGGI ANCHE:  Biglietti per la finale di Coppa Italia

“Noi ovviamente volevamo finire bene la stagione e volevamo chiudere bene in casa. Siamo felici per questa vittoria, con qualche rimpianto per come è andata l’annata. Volevamo chiudere divertendoci e facendo divertire i nostri tifosi e ci siamo riuscite, per di più contro la Roma, alla quale facciamo i complimenti per la vittoria del campionato. Personalmente sono molto felice della doppietta e dei gol che ho segnato. Mi piace molto il nuovo modulo che abbiamo adottato da qualche partita a questa parte perchè gioco più vicina alla porta e, di conseguenza, ho più opportunità per fare gol. Spero di continuare così”.

Pure Arianna Caruso è andata ai microfoni:

“Penso che questa partita l’abbiamo vinta con l’atteggiamento, quello che ci è un po’ mancato quest’anno. Questo successo ci rende felici, ma allo stesso tempo ci lascia un po’ di amaro in bocca perchè avremmo potuto fare di più nel corso di questi mesi. Mi auguro che questa vittoria possa servirci per chiudere bene quest’anno e per iniziare altrettanto bene, con la giusta consapevolezza e determinazione il prossimo. Il nuovo modulo? Quest’anno ho giocato come regista e come mezz’ala. Chiaramente da mezz’ala ho più possibilità di fornire assist o di segnare perchè gioco più vicina alla porta, ma io sono a totale disposizione della squadra, di conseguenza cerco sempre di dare il massimo, a prescindere dal ruolo che ricopro in campo”.

“Raccolti i frutti del lavoro fatto in settimana” ha detto Mister Beruatto

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *